5LB Magazine
3.49K subscribers
443 photos
8 videos
3 files
956 links
Il canale di 5LB Magazine con gli aggiornamenti quotidiani.
Download Telegram
Ce lo chiedete spesso, ma non ci sarà una seconda occasione: l'organizzazione di feste per noi è una eccezione, la data di Roma è unica.
Se non lo hai ancora fatto, prenotati subito: https://vitadahameriano.5lb.eu/p/grande-festa-raduno-hameriano-ad-anzio.html
Smania da "età biologica" perché l'età anagrafica è un concetto relativo?
Beh anche l' "età biologica" pare un concetto relativo, perché segue la curva bifasica ed è influenzato dagli SBS.

"L'organismo può risultare più giovane o anziano sulla base di molteplici fattori. Fra essi stile di vita, presenza di malattie croniche, attività fisica, abusi di sostanze etc etc. Tra i nuovi metodi introdotti per determinare con precisione l'invecchiamento biologico degli individui è stato introdotto il concetto di orologio epigenetico", che è un tipo di test.

"17 orologi epigenetici impiegati hanno avuto significative oscillazioni nel corso della giornata, facendo emergere età più giovani la mattina presto, più vecchie a mezzogiorno e ancora più vecchie attorno a mezzanotte.
I cambiamenti, come specificato, possono essere tradotti in anni di differenza nella stima dell'età biologica a seconda dell'orario del test, con una forchetta di 5,5 anni."
Il lupus è qualcosa di totalmente assurdo dal punto di vista delle 5 Leggi Biologiche: non se ne conoscono le cause, non si capisce la patogenesi e si ha pure difficoltà a diagnosticarlo (ci si può mettere fino a 2 anni).
Perché il "lupus" può colpire tutti gli organi.
Ci sono però delle statistiche, allora se sei donna di 30-35 anni, hai dolori articolari, manifestazioni cutanee, forse pericardite, pleurite...ma anche qualsiasi altro sintomo e certi marcatori poco specifici, allora il medico potrà pensare di donarti questa infelice etichetta.

In questa apoteosi della confusione le 5 Leggi Biologiche esprimono tutto il loro potenziale, portando un ordine semplice e sconvolgente.
Su 5LB Magazine "Tutte le malattie semplificate in 5 principi": https://magazine.5lb.eu/2013/11/semplificare-medicina-malattie-sintomi-5032.html

18 e 19 maggio Corso Base a Roma, con noi per imparare quello che è essenziale a verificare questi fatti: https://dex.5lb.eu/corsi/corso-introduttivo
Quali sono i principali batteri con cui scambiamo vita quotidiana?

1. Pseudomonas aeruginosa: batterio, noto per la sua resistenza agli antibiotici, è uno dei principali.

2. Corynebacterium: quello della difterite.

3. Streptococco: si trova nelle faringo-tonsilliti, nelle polmoniti e infezioni del tratto urinario.

4. Escherichia coli: Normalmente presente nell’intestino umano, gli viene attribuito di tutto, dalle ulcere gastriche, diarrea emorragica all'insufficienza renale.

5. Coliformi: presenti in piante, terriccio e feci.

6. Staffilococchi coagulasi negativi: resistenti ai farmaci, si trovano nel 30% delle infezioni sanguigne ospedaliere, sono spesso sugli smartphone.

7. Lieviti: la Candida albicans, fungo comunemente noto nei sintomi orali e vaginali, è membro della normale flora intestinale, e anche dello smartphone.

8. Muffe: Presenti sul 10% degli smartphone.

Se davvero i microbi fossero la causa delle malattie, saremmo tutti morti.

18 e 19 maggio a Roma con noi per il Corso Base! Iscrizioni
Nell'era social sono molti quelli che raccontano il "cancro" con allegria, perché in seguito ad una sentenza di morte riscoprono la vita.
I messaggi positivi spesso nascondono quell'interruttore interiore ormai impostato su "fine", e se sei "medica" probabilmente tendi a viverlo in modo ancora più ineluttabile.

Questo è il cancro oggi.
Eppure una massa in un muscolo (sarcoma) non può uccidere, come potrebbe?
"[Tutto era] completamente normale - compresi tutti i miei valori di laboratorio - tranne un piccolo nodulo, ma in rapida crescita nella mia gamba sinistra,".
"È passato dalle dimensioni di un pisello alle dimensioni di una pallina da golf in poco più di una settimana."
Per curare il cancro, Nix prendeva ogni giorno una pillola chemioterapica."


Ma di cosa è morta Nix, di una massa nel muscolo di una gamba? Come potrebbe, anche fosse grande come un melone?
Il tema del "di cosa si muore" è qualcosa di estremamente profondo che non passa dalla superficialità narrativa dell'odierno paradigma del cancro.
Poiché l'educazione scientifica procede frantumandosi in specializzazioni sempre più verticali, sono rimasti veramente in pochi con una visione di insieme sufficiente a comprendere l'ambito non frazionabile della medicina e della biologia.
Non per niente un ricercatore biomedico educato al molecolarismo non sa quasi nulla del lavoro portato avanti dal suo collega psicologo nella stanza accanto, e per riflesso medici e psicologi procedono su rette parallele che non si incontrano mai.
Per capire Hamer, in effetti, basterebbe uscire (e non fingere di farlo) da una scienza a compartimenti stagni palesemente insostenibile.

Su 5LB Magazine l'articolo "Inquadramento scientifico delle 5 Leggi Biologiche di Hamer": https://magazine.5lb.eu/2020/05/5-leggi-biologiche-hamer-dimostrate-scientificamente-5343.html

Il prossimo sabato e domenica 18-19 maggio siamo a Roma con un Corso Base per permettere a chiunque di mettere ordine in questa materia e partire con il piede giusto.
Iscrizioni: https://dex.5lb.eu/corsi/corso-introduttivo
Con le molecole non caviamo un ragno dal buco, andiamo a vedere gli atomi!
"I ricercatori, grazie all’impiego di uno strumento spesso utilizzato in geologia, hanno scoperto che le cellule tumorali possono essere costituite da un diverso assortimento di atomi di idrogeno, rispetto ai tessuti sani."

La scienza biomedica potrà progredire solo quando uscirà dal microscopio, cominciando ad osservare la vita su una scala più ampia con uno sguardo più distante, e non più concentrandosi solo sugli oggetti ma anche sull'intangibile campo in cui avvengono le relazioni tra le cose, oggi grande angolo cieco della biologia.

Articolo di 5LB Magazine "La medicina esce dal microscopio per studiare il campo morfogenetico": https://magazine.5lb.eu/2019/04/futuro-ricerca-biomedica-alessandro-giuliani-salute-attiva-campo-morfogenetico-scienza-5295.html
Il fatto: a fine aprile 2024 un tribunale di Londra metteva agli atti la dichiarazione di #Astrazeneca riguardo ai rischi di trombosi causati dal suo farmaco: da lì uno tsunami di richieste di risarcimenti.

Le dichiarazioni insostenibili: 5LB Magazine non ha affermazioni di cui vergognarsi perché opera con onestà intellettuale, a differenza dei sedicenti scienziati: infatti è grazie ai loro giochi di potere che oggi la fiducia nel sistema sanitario è demolita.
"Le politiche sanitarie hanno demolito la fiducia dei cittadini: come recuperarla"

Allo stesso modo mettiamo in guardia sulla attuale deriva di una controinformazione che lucra sulla polarizzazione al grido di "moriranno tutti di malori improvvisi", che ha effetti boomerang altrettanto catastrofici.
Articolo su 5LB Magazine "Proteina spike dai vaccini Covid: possibili danni e imbarazzo dell'industria": https://magazine.5lb.eu/2023/08/proteina-spike-vaccini-covid-pfizer-australia-5452.html
Esempi di falsi miti?
- La dieta senza glutine fa dimagrire e anche chi non è celiaco può seguirla per trarne benefici.
- Se si sospetta di essere celiaci, mettersi subito a dieta senza glutine non può fare che bene.


Il problema è che la regola ferrea della celiachia, cioè che
- "Dalla celiachia non si guarisce, è una condizione cronica e l'unica soluzione è una dieta che deve essere seguita con scrupolo per tutta la vita"
è, essa stessa, il più grande falso mito.

Articolo di 5LB Magazine "Dalla celiachia non si guarisce...così dicono.": https://magazine.5lb.eu/2015/09/celiachia-terapia-nuova-medicina-hamer-5130.html
Quando gli sportivi erano esseri umani che avevano il permesso di fare Fisiologia Speciale...
Certo, medici e media restavano senza risposta di fronte a fenomeni incomprensibili, ma nel paradigma 5LB era tutto più chiaro e spiegabile.

Oggi un caso del genere sarebbe volgarmente liquidato in due parole, togliendo qualunque dignità al vissuto percettivo unico e in definitiva alle scoperte del dott. Hamer.
Integrare le 5 Leggi Biologiche significa applicare queste conoscenze con discernimento e presenza, in ogni singolo caso.

Quel famoso caso su 5LB Magazine (2018): https://magazine.5lb.eu/2018/03/Astori-fiorentinacalcio-morte-improvvisa-cuore-5260.html
Questa è una storia dei nostri giorni che ci ricorda la famosa vicenda del signor Wright, quello che prendendo dell'acqua e credendo che fosse un farmaco sperimentale guariva da tutti i tumori: https://magazine.5lb.eu/2019/11/famoso-caso-guarigione-cancro-forza-mente-5311.html

Ma questa è una storia di medici che sono meno avvezzi all'applicazione consapevole dell'effetto placebo, nella quale va comunque in scena un farmaco sperimentale oggettivamente inefficace (il farmaco è stato ritirato per questo) che però, per la persona, diventa un salvavita efficacissimo e persino miracoloso.

La notizia non tratta minimamente la questione placebo/nocebo (sia mai) e invece, in una totale incomprensione della biologia, sale alle cronache come un caso di malasanità.
È la Giornata Mondiale della Biodiversità e noi viviamo in un luogo bellissimo e privilegiato.
Ma poiché anche la biodiversità e le malattie delle piante sono un'altra cosa, ognuno nel suo piccolo con consapevolezza può fare la differenza.

Articolo di 5LB Magazine "Malattie delle piante: la biodiversità è un'altra cosa": https://magazine.5lb.eu/2023/06/malattie-piante-estinzione-banana-5447.html
Se vuoi provare l'ebbrezza di un medico che ti dice "lo screening è rischioso, meglio evitare" vai a chiedere un controllo della tiroide.

Infatti "Questi tumori, considerati patologia rara fino agli anni ‘80, sono cresciuti molto rapidamente negli ultimi decenni fino a diventare tra i più comuni, particolarmente nelle donne in età fertile.
Secondo i trend epidemiologici la sovradiagnosi resta la principale causa dell’aumento di incidenza del carcinoma differenziato della tiroide [cioè] la diagnosi di un “cancro” che altrimenti non causerebbe sintomi o morte."

Questo eccesso di controlli ha fatto sì che negli ultimi 30 anni il 90% degli interventi alla tiroide siano stati inutili e dannosi.

Sappiamo che la sovradiagnosi è la principale causa dell'epidemia di cancro della nostra epoca, con evidenza per il melanoma, il seno, la prostata...
Per una volta la "settimana mondiale" insinua il messaggio "Cancro? Meglio conviverci".

Articolo su 5LB Magazine "90% delle diagnosi alla tiroide sono inutili e dannose"
"[A causa della chemioterapia preventiva] negli ultimi tempi la principessa è alle prese con effetti collaterali piuttosto devastanti.
Soffre quotidianamente di nausea, stanchezza, perdita di capelli e di peso. «Purtroppo sta diventando sempre più difficile»
[...] Le fonti hanno anche rivelato che la principessa del Galles sta gestendo i trattamenti come una «guerriera».
[...] negli ultimi mesi Kate Middleton ha subito una significativa perdita di peso: è dimagrita di ben 15 chili. Questa drastica riduzione di peso l'ha resa praticamente irriconoscibile."


Anche basta con questo immaginario dei guerrieri del cancro, e basta con la perversione del morire di terapia!

Articolo su 5LB Magazine "Chemio e accanimento terapeutico: quando è il momento di dire ORA BASTA?"
https://magazine.5lb.eu/2019/10/accanimento-terapeutico-cancro-metastatico-libro-5310.html
Il caso Kate Middleton che, secondo indiscrezioni, sarebbe in precarie condizioni a causa di una chemioterapia preventiva, è qualcosa che risuona con l'esperienza di molti di noi.

Nella conoscenza 5LB la questione però è sempre più articolata delle apparenze:
- è vero che le chemioterapie sono abusate e dovrebbero avere applicazioni pre-chirurgiche, raramente curative e tantomeno preventive;
- è vero che hanno necessariamente effetti collaterali, eppure questo non è vero sempre né per tutti;
- il corpo della principessa Kate (secondo indiscrezioni) manifesta una condizione interiore "senza via di uscita" (dimagrimento rapido), nausea (senso di avvelenamento)... che è una condizione comune per chi si sente tra la vita e la morte;
- nonostante tutto, sulla bilancia percettiva di una persona immersa in un sistema familiare e di credenze, la scelta della "lotta a oltranza" appare spesso la migliore possibile.

In ogni caso, oggettivamente ci sono numerose condizioni e ragioni per rifiutare la chemioterapia.
Invito al corso di Rimini organizzato da Liberisinasce.it (8/9 22/23 giugno) con una intervista di Elisa Renaldin a Mauro Sartorio.

Sul canale YouTube LiberiSiNasce: https://www.youtube.com/watch?v=ELRNjao5Fco